Applicazione TENS per i disturbi circolatori

Älterer Mann hält sich die Beine und sitzt schmerzverzerrt auf der Couch. Er leidet an Durchblutungsstörungen

I disturbi circolatori si manifestano spesso con l'avanzare dell'età, soprattutto a carico di gambe, mani e piedi. Il motivo più comune è la mancanza di esercizio fisico e quindi una peggiore circolazione sanguigna. La mancanza di movimento è dovuta al fatto che con l'avanzare dell'età aumenta la frequenza dei disturbi e dei dolori, che limitano anche l'attività motoria.

I disturbi circolatori fanno sì che le parti del corpo colpite non ricevano più un apporto sufficiente di sostanze nutritive, il che a lungo andare può portare a limitazioni funzionali e a danni ai muscoli e agli organi. Nel peggiore dei casi, le parti del corpo muoiono e si rende necessaria l'amputazione. Per evitare tutto questo e prevenire i disturbi circolatori, un'unità TENS può aiutarvi.

Un'unità TENS trasmette impulsi elettrici alla pelle tramite elettrodi, con un duplice effetto. Da un lato, gli impulsi elettrici possono bloccare la trasmissione del dolore al cervello, il che significa che il dolore non viene più percepito. In secondo luogo, l'applicazione della TENS può sostenere il naturale meccanismo di controllo del dolore del nostro corpo, in modo da rilasciare le nostre sostanze antidolorifiche, le cosiddette endorfine[1]. L'alleviamento del dolore può aiutare a svolgere un'attività fisica un po' più frequente e prolungata, riducendo così la probabilità di problemi circolatori a lungo termine. Il trattamento TENS non solo aiuta ad alleviare il dolore, ma può anche migliorare la circolazione[2].

Posizionamento degli elettrodi TENS per i disturbi circola

L'immagine mostra il posizionamento esemplare degli elettrodi per l'applicazione della TENS che favorisce la circolazione sanguigna sulle gambe con i nostri elettrodi universali da 4x4 cm. È possibile utilizzare un'unità TENS anche sulle braccia e sui piedi.

All'elettrodo destro
  • Questa guida è per scopi di orientamento e non sostituisce la supervisione di un medico o terapista. Si prega di seguire gli avvisi e le istruzioni di sicurezza del dispositivo. Le modifiche e gli errori sono possibili.

  • Numero all'interno del cerchio: Numero del canale

    Colore del cerchio: Rosso = Elettrodo 1, Nero = Elettrodo 2

Si prega di notare quando si utilizza TENS:

L'amperaggio deve essere regolato in modo tale da avvertire una piacevole sensazione di formicolio. La durata dell'applicazione dovrebbe essere di circa 40 minuti per poter ottenere una riduzione duratura del dolore. Ha anche senso cambiare programma di tanto in tanto.

Cause dei disturbi circolatori

Arteriosclerosi, embolia, trombosi o infiammazione vascolare possono essere la causa di disturbi circolatori. Come già detto, la mancanza di esercizio fisico gioca un ruolo importante, ma ci sono altri fattori che aumentano il rischio di disturbi circolatori. I fattori di rischio includono - Mancanza di esercizio fisico - Dieta squilibrata - Obesità - diabete - malattie cardiovascolari - ipertensione arteriosa - Fumo

  • Von überall

    Die TENS Therapie können Sie überall anwenden. Egal ob gemütlich auf dem Sofa oder im Büro.

  • Medikamentenfrei

    Die TENS Schmerztherapie ist eine Alternative zur medikamentösen Schmerzbehandlung

  • Jederzeit

    Sie können TENS flexibel und jederzeit anwenden. Bereits nach der ersten Behandlung können Erfolge erzielt werden

  • Nebenwirkungsfrei

    Bei korrekter Anwendung hat die Schmerzbehandlung mit TENS praktisch keine Nebenwirkungen

Studien und wissenschaftliche Quellen

[1] Ortu, E., Pietropaoli, D., Mazzei, G., Cattaneo, R., Giannoni, M., & Monaco, A. (2015). TENS effects on salivary stress markers: A pilot study. International Journal of Immunopathology and Pharmacology, 114–118. https://doi.org/10.1177/0394632015572072

[2] Cramp, Gilsenan, Lowe & Walsh. (2000). The effect of high- and low-frequency transcutaneous electrical nerve stimulation upon cutaneous blood flow and skin temperature in healthy subjects. Clinical Physiology, 20(2), 150–157. https://doi.org/10.1046/j.1365-2281.2000.00240.x

© Syda Productions - stock.adobe.com