Spezione Gratuita sopra i 100 € di Spesa Tempo di Spedizione: 2-3 giorni

Elettrostimolazione TENS per il dolore fantasma

La sindrome da arto fantasma si presenta dopo l´amputazione o l´insensibilità di un arto, e consiste in una sensazione anomala di persistenza dell´arto stesso. Il soggetto a cui è stato asportato l´arto, o reso insensibile quindi, continua a sentirne la presenza, o ne avverte la sensibilità, attraverso una specie di formicolio che si trasforma spesso in una sensazione prolungata di dolore.

L´elettrostimolazione TENS, che si basa sulla stimolazione elettrica dei muscoli e dei nervi con l´ausilio di elettrodi, se utilizzata con costanza può portare risultati davvero sorprendenti. Tutto quello che serve per una terapia TENS efficacie sono: 1. Un buon elettrostimolatore ( possibilmente con diversi programmi elettrostimolanti sia TENS che EMS ) 2. degli elettrodi 3. Una guida pratica per poter sfruttare questa terapia al meglio. Le uniche cose a cui prestare attenzione sono il posizionamento degli elettrodi e i programmi elettrostimolanti ( che possono variare in base al tipo di elettrostimolatore utilizzato )

Indice:

In che modo la TENS aiuta con il dolore fantasma

La corrente elettrostimolante favorisce la circolazione del sangue e il rilascio di endorfine, antidolorifici naturali. Un utilizzo costante, consigliamo di praticare l´elettroterapia per almeno 40 minuti al giorno, contribuisce ad alleviare il dolore e la persistente sensazione di prurito. Diversamente dai farmaci, la TENS è una terapia del tutto naturale, praticamente priva di controindicazioni. Consigliamo inoltre di cambiare di tanto in tanto i programmi, in modo da non abituare il corpo. Un´applicazione costante riduce sensibilmente il dolore e in alcuni casi riesce ad eliminarlo completamente.

Posizione elettrodi per la sindrome da arto fantasma

Il corretto posizionamanto degli elettrodi, è una delle poche pratiche a cui prestare attenzione. Gli elettrodi infatti, devono agire sulla parte del corpo dolorante, e attraverso la scelta del programma e dell´amperaggio corretto, inviare gli impulsi massaggianti al corpo.  A seguire un´immagine esemplificativa su come posizionare gli elettrodi ( consigliamo quelli 5x5 cm ) per la cura TENS del dolore fantasma. Per questo tipo di terapia è necessario utilizzare un elettrostimolatore TENS con almeno 2 canali, meglio ancora se 4 canali, completo quindi anche di massaggio EMS.

IT-PhantomschmerzenF7VYUNjyadsVE

Utilizzo di un dispositivo TENS

Dicevamo che uno dei fattori da tenere in considerazione per la cura della sindrome da arto fantasma, ( oltre al posizionamento degli elettrodi ) è la scelta del programma elettrostimolante. In realtà l'impostazione ottimale della TENS può variare notevolmente da persona a persona, tuttavia alcuni programmi sono considerati comuni. A seguire gli elettrostimolatori axion, partendo dal nostro fiore all´occhiello STIM-PRO X9 elettrostimolatore 4 canali che offre sia terapia TENS che massaggio EMS, e i rispettivi programmi, specifici come rimedio TENS per la sindrome da arto fantasma.

Utilizzo con STIM-PRO X9:

in questo caso normalmente si utilizza il programma P02 o P09.

Utilizzo con STIM-PRO T-400:

in questo caso normalmente si utilizza il programma P02.

Utilizzo con STIM-PRO COMFORT:

in questo caso normalmente si utilizza il programma P03.

L'intensità della corrente deve essere impostata in modo da percepire un leggero formicolio. La durata di ogni sessione deve essere di circa 40 minuti. È anche opportuno cambiare periodicamente i programmi per dare nuovi stimoli al corpo e aumentare l'efficacia del trattamento TENS nella cura della sindrome da arto fantasma.

Hai ancora delle domande o dei dubbi a riguardo? Non esitare a scriverci una mail, saremo lieti di poterti aiutare nel chiarire ogni tuo dubbio!

 

<< Indietro sul sito Trattamento TENS

Visto