Spezione Gratuita sopra i 100 € di Spesa Tempo di Spedizione: 2-3 giorni

EMS in caso di ginocchia instabili

L´articolazione del ginocchio è esposta di continuo al peso corporeo, soprattuto quando siamo in movimento. Sia i legamenti, sia i muscoli sono coinvolti nel processo di sostegno, per questo motivo allenarsi e tenersi in forma riduce il rischio di infortuni. I muscoli infatti oltre alla funzione di sostegno, sono funzionali ad ammortizzare il peso. Muscoli ben allenati quindi riducono i casi di ginocchia instabili e gli infortuni alle articolazioni.  

Nei casi più gravi tuttavia, per risolvere il problema delle ginocchia instabili, si deve ricorrere ad interventi chirurgici, con la conseguenza di limitare i movimenti. E´ proprio in situazioni come queste, dove le possibilità di movimento sono ridotte al minimo, e diventa quindi impossibile l´allenamento tradizionale, che la EMS diventa un punto di riferimento imprescindibile. In questo articolo, ti spiegheremo nel dettaglio come utilizzare un elettrostimolatore EMS per ginocchia instabili, e rafforzare così i muscoli delle gambe.

Indice:

Quando è necessario ricorrere all´ elettrostimolazione

Le instabilità del ginocchio possono essere classificate in rotatoria e diretta; nel primo caso il ginocchio è integro e mantiene quindi un centro di rotazione, nel secondo caso invece la lesione produce la perdita, da parte del ginocchio, del centro di rotazione.

L´allenamento tradizionale in palestra aiuta a rinforzare i muscoli e prevenire i problemi che ginocchia deboli possono causare. In linea di massima quindi, l´elettrostimolazione EMS è di supporto all´allenamento tradizionale, con il vantaggio che l´EMS può essere praticata ovunque e in ogni momento. Con l´elettrostimolazione inoltre si possono allenare direttamente i muscoli coinvolti, anche quelli difficilmente raggiungibili con l´allenamento tradizionale.

Tuttavia, come abbiamo accennato in precedenza, l´EMS risulta essere fondamentale quando si è impossibilitati nei movimenti. In questi casi, utilizzando un elettrostimolatore EMS con diversi programmi di allenamento, si può rafforzare la muscolatura, e con l´uso costante seguire una vera e propria riabilitazione muscolare.

Come posizionare gli elettrodi in caso di ginocchia instabili

 Nell´elettrostimolazione sia TENS che EMS, è molto importante posizionare gli elettrodi nel modo corretto.

elettrostimolatore-EMS-per-ginocchia-instabili

 

Il posizionamento è uno dei pochi accorgimenti da prendere quando si utilizza un elettrostimolatore. Per semplificarti la vita a seguire proponiamo un pratico e breve video sull´uso degli elettrodi in caso di ginocchia instabili. Consigliamo poi l´utilizzo di elettrodi di dimensioni 5x5 cm  ( come quelli nel video )

Tra le carattersitiche principali di un elettrostimolazione EMS di qualità quindi, troviamo il posizionamento degli elettrodi e il tipo di elettrostimolatore EMS utilizzato. Solitamente è da preferire un elettrostimolatore EMS con diversi programmi di allenamento, in modo tale da evitare l´assuefazione del muscolo agli stessi impulsi ripetuti. 

Il nostro elettrostimolatore X9 conta ben 37 programmi pre-impostati e 8 manuali, sia per TENS che per EMS. Ottimo per la riabilitazione muscolare, e naturalmente per tutte le problematiche legate alle ginocchia, comprese quelle delle ginocchia instabili. Assieme all´elettrostimolatore offriamo 8 elettrodi 5x5 cm, i cavi di collegamento, e una pratica guida TENS e EMS, in modo da avere tutte le informazioni necessarie per poterlo utilizzare in tutta tranquillità. Il tutto con ben 30 giorni di reso e 3 anni di garanziaScopri di più su STIM-Pro X9!

In questo articolo ti abbiamo spiegato come un elettrostimolatore EMS possa essere d´aiuto in caso di ginocchia instabili e come la riabilitazione muscolare possa essere fatta anche comodamete da casa. Se ciò nonostante desideri saperne di più su questo argomento, ti invitiamo a scriverci una mail, il nostro servizio clienti sarà lieto di poterti assistere.

Visto